Impianto auto a GPL
Il gas fluisce dal serbatoio e, percorrendo ,a tubazione ad alta pressione, passa da una elettrovalvola di intercettazione, chiusa durante il funzionamento a benzina o a vettura spenta, e raggiunge il riduttore -vaporizzatore. Nel riduttore - vaporizzatore il GPL riscaldato dall’acqua del motore per una perfetta gasificazione, passa dallo stato liquido a quello gassoso e quindi a pressione atmosferica raggiunge un appropriato dispositivo che consente l’immissione del gas nel motore, proporzionale alla richiesta del motore stesso. La scelta del grado della tensione di vapore minima e del relativo periodo di applicazione è lasciata ai singoli Paesi: in Italia viene applicato il grado C dal 15 novembre al 15 marzo. La composizione tipica della miscela propano butano per autotrazione commercializzazione in italia è riassunta nella tabella seguente:

più informazioni >

Il GPL ha come uso ideale quello per autotrazione, favorito da una serie di caratteristica positive che lo connotano agli occhi degli utenti:
- facilità di stoccaggio;
- facilità di trasporto;
- facilità di utilizzo;
- efficienza energetica.
Grazie alla facilità con cui il GPL passa dallo stato gassoso a quello liquido e viceversa, il suo stoccaggio ed il trasporto avvengono agevolmente mediante contenitori a pressione non elevata; il suo utilizzo avviene mediante apparecchiature semplici e poco costose. Ne consegue che il suo trasporto e la sua distribuzione vengono effetuati mediante autocisterne e stazioni di rifornimento senza apparecchiature particolarmente complesse e l’alimentazione dell’auto con sistemi idraulici semplici, legeri e di facile installazione. La dimostrazione di quanto detto è la presenza di una rete di distribuzione e vendita del carburante sul territorio italiano, che conta oggi circa 2.000 stazioni, rendendo possibile ed agevole il soddisfacimento della domanda di circa 1.200.000 consumatori.
Riguardo all’efficienza energetica va ricordato che il GPL ha un potere calorifico superiore a quello dei carburanti tradizionali e la sua perfetta miscibilità con l’aria permette di bruciare miscele più magre. Deve inoltre essere considerato come il motore a GPL abbia vita più lunga di quelli che utilizzano carburanti tradizionali e per le caratteristiche di purezza del GPL stesso, per i bassi valori di pressione cui sono sottoposti i componenti e per mancanza di diluizione dell’olio lubrificante ina quanto il gas non condensa sulle pareti del cilindro. Un vantaggio riscontrabile nel GPL usato in autotrazione è nel numerodi ottano superiore rispetto alla benzina e ciò senza l’aggiunta di additivi. Il numero di ottano è indicatore della proprietà di un carburante di evitare l’accensione spontanea aria/carburante in un motore ad accensione comandata. Un più alto numero di ottano permette di adottare più alti rapporti volumetrici di compressione determinan do una maggiore efficienza del motore.
Tali significativi risultati potranno essere consolidati grazie ad un sempre maggiore impiego di motori progettati appositamente per l’impiego del GPL, motori che presenterebbero anche altri vantaggi rispetto alle auto a benzina trasformate.
Le previsioni di sviluppo del mercato della auto a GPL in Italia per i prossimi anni sono strettamente legatealle politiche di incentivazione messe in atto dali governi nazionali ed all’interesse delle case automobilistiche, la cui produzione diretta contribuirà sensibilmente ad aumentare gli standard qualitativi. Nuovi sviluppi sono però attesi per l’utilizzo del GPL su mezzi di servizio pubblici ed aziendali, di piccola e grande taglia di cui di seguito si forniscono alcuni esempi:

MEZZI LEGGERI

 

MEZZI PESANTI

Taxi   Bus urbani
Flotte aziendali   Bus extraurbani
Distribuzione merci   Bus turistici
Auto di servizio   Grande distribuzione merci
Autorità locali   Mezzi per la raccolta rifiuti urbani

L’impiego del GPL in tali contesti, che rappresentano una fetta rilevante della mobilità urbana, permetterebbe di concentrare i benefici ambientali derivanti dall’uso di mezzi a basse emissioni, con positivi effetti sulla qualità dell’ambiente delle nostre città.
Interessanti ed importanti esperienze in molti paesi europei mostrano esempi di positiva sperimentazione dell’introduzione del GPL in questi contesti di trasporto in città, con sensibili risultati anche sul versante ambientale.

Vantaggi ambientali del GPL
In tema di energiaè corretto affermare che il GPL è un combustibile con eccezionali caratteristiche e proprietà, che contribuiscono al benessere ed alla salvaguardia dell’ambiente. Infatti il GPL oltre ad essere una fonte energetica di energia versatile, di facile utilizzo ed economica, è anche ecologica.
I vantaggi ambientali dei combustibili gassosi, e conseguentemente del GPL,sono ben noti agli esperti di tutto il mondo. IL GPL, unitamente al gas naturale, è il più pulito fra i combustibili fossili. I vantaggi derivano da un buon numero di ragioni:
- è caratterizzato da un rapporto carbonio/idrogeno relativamente basso
- è altamente qualificato per il basso livello di impurità (zolfo, acqua, ecc.)
- non è tossico
- non è corrosivo
- non contiene idrocarburi aromatici.
Inoltre
- la movimentazione del GPL avviene a “circuito chiuso” per cui le emissioni