Il gasolio, o nafta leggera, è una miscela di idrocarburi utilizzata come combustibile per motori Diesel, per riscaldamento o per la produzione di energia elettrica, prodotto per distillazione dal petrolio greggio.

Il gasolio, come quasi tutti gli idrocarburi, è un prodotto della distillazione frazionata del petrolio greggio, oppure dal cracking. La temperatura media d'uscita del gasolio dalla torre di frazionamento è di circa 350 °C.

Caratteristiche
Il gasolio, avendo il punto di infiammabilità ad una temperatura più alta rispetto alla benzina, è meno infiammabile e quindi intrinsecamente più sicuro della benzina. Le specifiche caratteristiche sono legate all'impiego finale del combustibile.

Gasolio per autotrazione
Il gasolio viene prevalentemente utilizzato per l'alimentazione dei motori a combustione interna ad accensione spontanea, detti motori a ciclo Diesel, impiegati per autotrazione. In tali motori il gasolio è direttamente iniettato in camera di combustione, portato ad alti valori di pressione e temperatura per compressione e presenta combustione spontanea in presenza di aria. Il gasolio per autotrazione deve quindi presentare buone caratteristiche di combustione, in modo da ridurre il ritardo tra l'inizio dell'iniezione e l'avvio della combustione. L'efficienza di combustione si esprime con un indice detto numero di cetano: a valori maggiori corrispondono prestazioni migliori. Il numero di cetano minimo oggi richiesto nei gasoli per autotrazione è 51.

Gasolio per riscaldamento
L'impiego per combustione stazionaria, ovvero per alimentare caldaie per riscaldamento ambientale o caldaie per la produzione di vapore industriale, impone caratteristiche meno severe. Rispetto al gasolio per autotrazione non ha limiti sul numero di cetano (contro il valore minimo di 51 per l'autotrazione), ammette un tenore di zolfo più elevato (0,1%[4] contro 0,035%), è più altobollente (non ha limiti sulla T95, mentre il gasolio per autotrazione ha un massimo di 360 °C).


informazioni tecniche › scarica pdf